B.I.L. (benessere interno lordo)

E’ ormai “naturale” nella nostra società produrre, consumare, avere ritmi frenetici anche se studi dimostrano che questo non è ciò che conduce al benessere.
Il Presidente francese Sarkozy in primis ha affidato ai Nobel Amartya Sen e Joseph Stiglitz il compito di riformare gli indici che misurano la ricchezza di un paese, aggiungendo un’infinità di variabili al semplice reddito.
Il Pil di un paese è sempre stato lo strumento che fotografava il benessere dello stesso ma oggi sembra che questo non sia più cosi reale. Sempre più si parla di B.I.L. (Benessere Interno Lordo) che prende in considerazione parametri nuovi.
Il concetto è molto semplice: inutile guadagnare di più degli altri se la qualità della vita (minacciata dal rischio dell’ammalarsi a causa dell’inquinamento o dalla perdita di tempo trascorso nel traffico quotidiano o dal non avere più spazi vitali o utili all’uomo allinterno del nostro territorio) peggiora.
Ricalcolando in questa maniera il benessere in italia la provincia di Forli e Cesena compresa anche Rimini passa ai primi posti mentre Milano (prima per il PIL) slitta in una posizione centrale.

Nel nostro piccolo nel pensare alla nostra casa abbiamo pensato al benessere che questa deve produrre, non solo in termini della fortuna di poterci permettere una nuova casa singola in campagna ma in merito agli spazi, ai materiali, all’orientamento cardinale e soprattutto per i nostri figli in qualcosa che non vada ad inquinare sempre più il loro futuro.
Sicuramente una casa con intonaci in calce, vernici traspiranti e naturali, infissi in legno naturale, cappotto riciclabile ed ecologico, zero emissione di CO2, con un ampia produzione di energia elettrica e acqua sanitaria e ulilizzando imprese e impiantisti locali ci avviciniamo sicuramente all’obbiettivo desiderato.

1 Response so far »

  1. 1

    ida gobbi said,

    va a finire che mi trasferisco a casa tua


Comment RSS · TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: