L’impresa edile

Un passo importante è stato quello della scelta dell’impresa esecutrice dei lavori.
I presupposti fondamentali che ho utilizzato nella valutazione sono:
– in primis un’impresa locale e che non giri a sua volta i lavori a sole squadre esterne (spesse volte improvvisate),
– che abbia una buona direzione dei lavori
– che comprendesse e condividesse il desiderio di volersi approcciare ad una costruzione in maniera differente dal solito
– che si prendesse le responsabilità di ciò faceva fissando degli obbietti (nel nostro caso è il Blower Door)
– che i prezzi applicati fossero in linea col mercato, ne troppo alti e ne troppo bassi.
In questo blog voglio coinvolgere anche tutte le persone che lavorano alla casa così ho chiesto al geometra di cantiere di esprimere alcune sue considerazioni da pubblicare a nome della SANTARCANGELO COSTRUZIONI impresa esecutrice dei lavori.

E’ senza dubbio un progetto insolito per le nostre zone, l’edilizia infatti ha sofferto per anni di immobilismo, legata alle metodiche costruttive dettate dalle tradizioni; fortunatamente in questi ultimi anni grazie alla professionalità di alcuni progettisti, l’affinarsi del gusto generale dell’utente finale e, non ultimo, la crisi energetica di questo periodo, il settore ha avuto un’evoluzione notevole.
Come azienda edile avevamo già approfondito il discorso “casa passiva” in merito al risparmio energetico, alle tecnologie ad esso annesse e alla qualità degli ambienti interni, con l’intento di accrescere la nostra esperienza riguardo le nuove tecniche costruttive.
Riscontrando purtroppo la completa mancanza di fabbricati passivi nelle nostre zone, quando abbiamo avuto la possibilità di realizzare questo fabbricato, è stato per noi motivo di grande interesse e di enormi stimoli.
Questo progetto ha difatti scelte tecniche che incidono in maniera inequivocabile sulla qualità finale dell’opera; l’equilibrio tra i materiali impiegati unitamente ad una accurata e attenta progettazione preliminare, la cura dei particolari, l’ottimizzazione della parte termica e impiantistica in genere, l’eliminazione degli sprechi in fase costruttiva danno, a noi che la realizziamo, la netta sensazione di non essere un “intervento di facciata”.
Non possiamo pertanto che ribadire la nostra soddisfazione, auspicandoci che le scelte opportune e lungimiranti come questa alla quale abbiamo l’opportunità di collaborare possano, in futuro, trovare sempre maggiori estimatori.
Geom. Paolo Foschi
santarcangelocostruzioni.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: