Cappotto esterno

I lavori procedono e nell’ultima settimana gli imbianchini della Project Decor hanno incominciato la posa del cappotto esterno al fabbricato.
Il materiale scelto è stato il Multipor della ditta Ytong, praticamente un un pannello termoisolante di natura minerale, monolitico a base di idrati di silicato di calcio.
La classificazione di “prodotto ecocompatibile” costituisce inoltre un importante valore aggiunto, perfettamente in linea con le tendenze attuali verso un’edilizia ecosostenibile e di questa casa.
Non nascondo il fatto che per tutti noi era la prima volta che utilizzavamo questo materiale, ma nel giro di poco si è presa confidenza.
Su suggerimento dei rivenditori della Color Decor il primo strato di cappotto a terra è stato fatto con un pannello classico ad alta densità per evitare la risalita di umidita futura, anche se il Multipor non dovrebbe creare questa problematica.
Sopra questo primo strato è stato posato il cappotto, estremamente fragile e delicato, che è stato tagliato o rifinito con attrezzi del mestiere attorno ai telai delle aperture e negl’angoli.
Mentre internamente è stata posata una retina per evitare il setolarsi dell’intonaco sull’esterno è stata posata una mano di colla aggiutiva nella fessura tutt’attorno al telaio degli infissi dopo di che il Multipor è stato ritagliato e lavorato per andare a copriere il telaio anche in facciata.
Detta lavorazione è stata fatta per evitare che l’eventuale differenza di materiale possa in futuro creare delle marcature estetiche.
Come al solito più avanti vi darò ulteriori dettagli.

10 Risposte so far »

  1. 1

    […] particolari difficoltà. E stata completata la posa del mediante la posa dei pannelli a base di idrati di silicato di calcio (Multipor) dello spessore di cm. 20, i pannelli sono stati posati con apposito collante e fissati alla […]

  2. 2

    jo said,

    ciao posso chiedere un consiglio per isolare bene i muri perimetrali, sto costruendo casa e il mio ingegnere per adesso ha messo del poroton da 25 isolante da 8 e mattone da 8 ..poco? grazie

    • 3

      ciao jo,
      il poco o il molto dipende dal risultato che ci si è prefissati e dalle caratteristiche dei materiali utilizzati. nel mio caso abbiamo utilizzato un cappotto da cm 20, ma non avevo un ulteriore tamponamento esterno. credo che il tuo ingegnere abbia valutato il tutto per raggiungere il risultato che gli hai chiesto. sicuramente l’ing. De Beni del TBZ può darti risposte più tecniche e valutare ciò che stai facendo, in funzione all’obbiettivo che vuoi raggiungere.

      • 4

        Jo said,

        In realtà il mio ingegnere ha fatto di testa sua, mi dispiace dirlo ma usa un po’ il metodo copia e incolla, così informandomi su internet ho visto che il cappotti e la soluzione migliore, vorrei raggiungere la classe A . Sapresti darmi un consiglio sul tipo di cappotto e se magari secondo te sostituire l intonaco interno con del cartongesso e una buona soluzione. Grazie mille. Come contatto l ingegnere da te consigliato?

      • 5

        ciao Jo,
        se hai letto gli articoli che ho pubblicato avrai di certo capito che parlare di classe A è facile, perche le interpretazioni e i calcoli richiesti dalle singole regioni sono ben diversi da quelli che richiedono enti certificatori come CasaKlima o Tbz. E’ probabile che il tuo fabbricato rientri in classe A in base ai parametri indicati dalla tua regione, ma se vuoi una reale classe A devi affidarti altri parametri. Un requisito importante per raggiungere un’alta prestazione termica, è si l’isolamento ma solo se ben posato, altrimenti il risultato sulla carta può tornare ma non nella realtà. Per buona posa faccio particolrmente riferimento ai punti in cui il cappotto si incontra con l’isolante della base, delle aperture, dei terrazzi, del tetto…….
        Per questi accorgimenti mi è stato fondamentale l’aiuto dell’Ing. De Beni Michele (uff. 059 6138911).
        In bocca al lupo.

  3. 6

    Johnny said,

    Ciao posso chiederti il prezzo del cappotto e cosa hai usato per il tetto. Ti ringrazio anticipatamente

  4. 8

    Jo said,

    Intanto i miei complimenti, poi volevo chiederti cosa avete usato per eliminare il ponte termico tra i muri perimetrali e la platea e tra ytong e la platea. Grazie

    • 9

      salve, innanzi tutto mi scuso per il ritardo nella risposta.
      abbiamo abbracciato tutta la platea, marciapiedi compresi con lo styrodur, poi uno strato di polistirolo in alzata per tutto il perimetro e poi abbiamo posato l’ytong

      • 10

        Jo said,

        Non ti preoccupare , grazie per la risposta, volevo se possibile farti un ulteriore domanda, come muri perimetrale hai usato poroton rettificato ed ytong, e da quanti cm? Grazie


Comment RSS · TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: