Tetto verde e guaina di copertura

Come già accennato su una copertura del fabbricato è stato realizzato un giardino pensiledi tipo estensivo inclinato, chiamato anche tetto verde.
In accordo con l’architetto è stata adottata questa soluzione per due motivi:
– uno quello di dare una maggiore coibentazione termica, in quanto lo strato di terra e di vegetazione fungono da isolanti naturali
– uno per soddisfare la scelta estetica.
Nella parte del tetto a due falde dopo aver posato lo strato di 16 cm di Stiferite abbiamo posato un manto impermeabile antiradice. Sopra il manto è stato realizzato il pacchetto tecnico del giardino pensile costituito dalla seguente stratigrafia:
1) strato di drenaggio e riseva idrica Daku FSD 30 costituito da un pannello in poliuretano espanso prestampato, avente un’altezza di cm. 8
2) Daku Stabilfilter, tessuto non tessuto di tipo tecnico come elemento di separazione tra il terreno e lo strato di drenaggio
3) georete di contenimento di tipo tridimensionale di altezza 7,5 cm avente lo scopo di trattenere il terreno, che potrebbe essere trascinato valle in casodi precipitazioni violente, soprattutto nella prima fase dopo il trapianto delle piante dove la scarsa presenza di radici nel suolo, aumentano tale rischio
4) substrato specifico per giardini pensili estensivi in ragione dello spessore di 9 cm e creazione di un drenaggio perimetrale in ghiaia lungo le zone più critiche
5) in fine abbiamo provveduto a trapiantare sul tetto delle piante di genere sedum spp (in varietà mista) in ragione di 15/20 piante/mq., in modo che alla loro crescita formino un cuscino di piante grasse alto circa 30 cm
Per il periodo estivo è stato previsto anche un sistema di irrigazione da utilizzare all’occorrenza o in periodi di siccità prolungata.
Per la realizzazione di tutto questo paccheto di tetto verde ho scelto di affidarmi alla CO.PA.RI. di Forlì, azienda specializzata da diversi anni nel sistema DAKU, in quanto la loro esperienza e le garanzie offertemi hanno soddisfatto a pieno le mie esigenze.

Sempre alla CO.PA.RI è stato affidato il compito della impermebilizzazione del tetto piano nella copertura superiore. Il materiale scelto in questo caso è una guaina autoriflettente bianca il cui nome è DERBIBRITE. Detta guaina mi è stata fornita e posata con una garanzia di 15 anni. Quest’ultima ha anche di per sè una proprietà isolante in quanto riflettendo la luce solare non riscalda il tetto.
Posso garantire che nelle giornate di sole cocente su questa copertura si camminava tranquillamente senza subire uno sbalzo termico, mentre sopra la parte di tetto a due falde dove era stata realizzata la guaina antiradice di color nero, nelle giornate di sole il clima diventava rovente.

1 Response so far »

  1. 1

    Veramente un ottimo articolo!!!


Comment RSS · TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: